In Milan Today.com


In Milan Today.com





Mostra Caravaggio. Oltre la tela al Museo della Permanente di Milano

Mostra Caravaggio. Oltre la tela in corso al Museo della Permanente di Milano: gli orari, i periodi, il costo dei biglietti e le opere, la sede espositiva.

Mostre a Milano per settore artistico: Pittura, Scultura, Arte Moderna, Arte Contemporanea, Fotografia, Design, Architettura.


Mostra Caravaggio. Olte la tela Milano
Caravaggio. Oltre la tela
- Museo della Permanente, via Filippo Turati, 34 - Milano

(Foto: Giuditta e Oloferne, 1597, Michelangelo Merisi detto il Caravaggio. Galleria Nazionale d'Arte Antica, Palazzo Barberini, Roma)

Mostra in corso dal 6 ottobre 2018 al 27 gennaio 2019

Al Museo della Permanente di Milano arriva la mostra multimediale dedicata al genio del barocco Michelangelo Merisi da Caravaggio. L'esposizione vuole essere il seguito e il complemnte della mostra anteriore Dentro Caravaggio, e ripercorrerà le tappe principali e più importanti della vita e dell'opera del grande pittore.

Il progetto di una mostra immersiva su Caravaggio nasce dalla constatazione dell'inamovibilità di alcuni dei maggiori capolavori di Caravaggio; basti pensare alle tele della Cappella Contarelli nella navata sinistra della Chiesa di San Luigi dei Francesi a Roma; oppure alla Cappella Cerasi, prima cappella a sinistra dell'altare maggiore della Basilica di Santa Maria del Popolo - sempre nella capitale - che ospita una di fronte all'altra la Crocifissione di San Pietro e la Conversione di San Paolo. L'elenco è lungo e potrebbe procedere con la Morte della Vergine ospitata al Louvre, la Medusa degli Uffizi e la Decollazione del Battista conservata nella Concattedrale de La Valletta a Malta.

Da qui la necessità di riprodurre in mostra a Milano, grazie alle nuove tecnologie museali come il video mapping, la sistemazione originale delle opere in modo tale da poter offrire al visitatore un'esperienza originale e fedele al significato delle tele che non sono mai avulse dal contesto architettonico che le circonda.
In un percorso di 45 minuti, accompagnato da una narrazione che utilizza la tecnologia binaurale, i visitatori saranno forniti di cuffie speciali e percorerranno un itinerario composto da immagini ispirate alla storia personale del pittore, effetti speciali e capolavori. Alla composizione dell'itinerario hanno partecipato sceneggiatori, cineasti, video artisti, scenografi, doppiatori con la consulenza scientifica di Rossella Vodret.

La mostra si snoda secondo un percorso cronologico diviso in 4 atti, che ripercorre le tappe esistenziali della vita del Maestro Merisi; una prima parte è dedicata alla gioventù e alla formazione del talento caravaggesco e racconta di un giovane Michelangelo apprendista a Milano nella bottega di Simone Peterzano e successivamente a Roma nella bottega del Cavalier d'Arpino. Qui Caravaggio inizia la sua carriera in una città che era capitale mondiale dell'arte pittorica, inondata quindi dai migliori artisti dell'epoca, tutti in competizione per strappare le ricche committenze ai clienti spesso appartenenti all'ordine cardinalizio se non direttamente riconducibili al soglio papale. Di quest'epoca sono le tele Riposo nella fuga in Egitto, la Buona Ventura e I Bari.

Un secondo atto è dedicato agli anni del suo trionfo quando è protagonista, insieme al suo committente principale Cardinal del Monte, della vita culturale di Roma realizzando i dipinti della Cappella Contarelli a San Luigi dei Francesi, del Gabinetto Alchemico e della Cappella Cerasi.
In seguito lo si trova a Firenze dove con la Medusa, commissionata dal Cardinal del Monte per Federico I de’ Medici, realizza un capolavoro senza tempo.

Il terzo atto racconta la successiva vita smodata dell'artista che lo vede amante di prostitute e del gioco, frequentatore irascibile di taverne frequentate dal popolo e probabilmente amante del suo modello, acnh'egli pittore, Cecco del Caravaggio. Un periodo tuttavia fecondo di capolavori come Giuditta e Oloferne, Amore Vincitore, la Madonna dei Pellegrini, la Madonna dei Palafrenieri, la Morte della Vergine.
L'epilogo di questo movimentato periodo fu l'uccione di Ranuccio Tomassoni in una rissa e la successiva fuga e sentenza a morte in absentia.

E si arriva così all'ultimo atto dedicato agli anni della fuga che lo vedono prima a Napoli, dove realizza la Flagellazione e le Sette Opere di Misericordia, poi a Malta dove dipinge il Ritratto del Gran Maestro Alof de Wignacourt e la Decollazione, e quindi in Sicilia dove realizza opere straordinarie come il Seppellimento di Santa Lucia o la Resurrezione di Lazzaro.
Rientra poi a Napoli, ospite di Costanza Colonna, dove dipinge il Martirio di Sant'Orsola, prima di imbarcarsi per tornare verso Roma che non vedrà mai morendo il 18 luglio 1610 a Porto Ercole prima di compiere 40 anni.



Orari: lunedì e mercoledì dalle 9.30 alle 20.00; giovedì dalle 9.30 alle 22.30; venerdì e domenica dalle 9.30 alle 20.00 (la biglietteria chiude un’ora prima).
Biglietti: intero € 14, ridotto € 12 (dai 18 ai 25 anni, portatori di handicap, insegnanti, militari, forze dell’ordine non in servizio, possessori Skira card. Gratuito per minori di 6 anni.
Info: +39.02.6551445
E-mail: info@lapermanente.it
Sito web: Museo della Permanente

In Milan Today è aggiornato ogni giorno

© In Milan Today
Tutti i diritti riservati