In Milan Today.com


In Milan Today.com





Teatro Carcano
Teatro Carcano, Milano
Clicca qui per il Cartellone 2012/2013

Nel 1801 la Società teatrale della Casa Carcano decise di aprire un nuovo grande teatro nell'area dell'ex convento di San Lazzaro. L'architetto incaricato del progetto fu Luigi Canonica il quale s'ispirò al Teatro La Scala e al Teatro della Cannobiana.
Costruito con quattro ordini di palchi il teatro presenta una volta decorata con stucchi e dorature con medaglione centrale tipica del periodo neoclassico di primo Ottocento. Con più di mille posti a sedere il Carcano venne inaugurato il 3 settembre 1803, notte in cui venne rappresentata "Zaira", tratta dal dramma di Voltaire, e il ballo "Alfredo il grande", musicato da Paolo Franchi.

Qui il 15 ottobre 1813 Niccolò Paganini venne proclamato "primo violinista del mondo" dopo la rapprensentazione delle "Streghe".
Sul palcoscenico del Carcano si esibirono in questi anni le più grandi cantanti liriche, dalla Pasta alla Malibran. La prima esordì al Carcano con "Anna Bolena" di Donizetti mentre la seconda pose il suo nome sul cartellone di "Norma" e de "La Sonnambula" (1833).

Dopo i tumulti legati alle Cinque Giornate di Milano (18-22 marzo 1848) i quali portarono le barricate fino davanti all'ingresso del teatro, Il Carcano fu il primo teatro a riprendere la programmazione la sera del 30 marzo con la Compagnia Nazionale Lombarda diretta da Giuseppe Moncalvo. Per tutto l'Ottocento ai tradizionali spettacoli teatrali di prosa e poesia si alternarono spettacoli da circo e concerti bandistici; ma fu la lirica a farla da padrone nella florida stagione che concluse gli anni del secolo.
Tra gli attori che calcarono il palcoscenico del Carcano dandogli lustro e ottenendo successo vi furono Gustavo Modena, Edoardo Ferravilla, Ernesto Rossi, Adelaide Ristori, Eleonora Duse, Italia Vitaliani, Ermete Novelli.

La crisi arrivò sul finire del XIX secolo e portò alla chiusura del teatro (8 maggio 1904) che si protrasse per circa dieci anni quando, per la passione di Luigi Gianoli, il teatro risorge riprogettato dall'architetto Nazzareno Moretti il quale lo ingrandisce e ne progetta la nuova facciata. Il Carcano rivive la notte del 29 maggio 1913.

Tra le due guerre mondiali il Carcano non riesce a sottrarsi alla moda imperante della canzonetta e di spettacoli dal gusto pruriginosi composti di ballerine scatenate secondo la maniera parigina.

Il sussulto per riemergere arrivò il 2 marzo 1965 quando il Piccolo Teatro cercò di spostare l'interesse teatrale dei milanesi dal centro alla periferia, dove ormai si trova il Carcano dopo l'urbanizzazione selvaggia degli anni '60. Si rappresenta "Sul caso Oppenheimer" di Kipphardt a regia di Strehler, Carpi, Puecher, Damiani, Tolusso: fu un successo di presenze e di critica.

Dagli anni sessanta si sono succeduti alcuni degli attori più conosciuti e amati dal pubblico come Domenico Modugno, Walter Chiari, Walter Valdi, Claudio Villa, Tino Scotti, Piero Mazzarella.; seguiti negli anni Ottanta da i loro epigoni Salvo Randone, Giulio Bosetti, Gabriele Lavia, Giorgio Albertazzi, Nino Manfredi, Giorgio Gaber, Monica Guerritore, Marina Malfatti, Giuliana Lojodice, Piera Degli Esposti, Valeria Moriconi, Marina Bonfigli, Ottavia Piccolo.

Con la direzione artistica di Giulio Bosetti, durata dal 1997 fino al dicembre 2009, il Carcano si votò principalmente alla prosa. Dal febbraio 2010 la direzione artistica del Teatro Carcano è passata a Marina Bonfigli.

Il Teatro Carcano è ora più confortevole dopo i recenti lavori di ristrutturazione della pavimentazione e la sostituzione delle poltrone di platea e balconata, il cambio dell'illuminazione della sala. Il teatro è inoltre di facile accesso per i disabili.

Posizione: METROPOLITANA: MM3 (gialla) - fermata Crocetta. AUTOBUS: 77 e 94, TRAM: 16 e 24.

Parcheggi in zona
: Via Calderon De La Barca, 2. Tutti gli spettatori possono usufruire della tariffa speciale di €4,50 per 6 ore di sosta. E' sufficiente ritirare il ticket al parcheggio, timbrarlo nell'apposita obliteratrice blu presente presso il botteghino del teatro e obliterarlo nuovamente al garage al ritiro della propria vettura.

Sito Web: Teatro Carcano
Informazioni: Dal lunedì al sabato dalle 10 alle 18,15 e domenica dalle 10,00 alle 16,30. In prossimità delle vacanze pasquali, il botteghino del teatro Smeraldo osserverà le seguenti chiusure: Pasqua e Pasquetta, 25 aprile, 1° maggio.
Prenotazioni telefoniche: Tel. biglietteria 02/55181377 - 02/55181362
info@teatrocarcano.com
Telefono: uffici 02/5513211 - Fax 02/55181355

In Milan Today è aggiornato ogni giorno

© In Milan Today
Tutti i diritti riservati