In Milan Today.com


In Milan Today.com





Mostra Il volto del comando a Palazzo Morando, Civiche Raccolte Storiche di Milano

Mostre a Milano per settore artistico: Pittura, Scultura, Arte Moderna, Arte Contemporanea, Fotografia, Design, Architettura.


Mostra Il volto del comando Milano
Il volto del comando. Dal quadro al figurino storico - Palazzo Morando, Via Sant'Andrea, 6 - Milano

Mostra in corso dal 9 ottobre 2018 al 13 gennaio 2019

Fino a gennaio al Museo del Risorgimento, luogo ideale in grado di far dialogare i figurini storici con i dipinti e le sculture esposte, una mostra sui protagonisti milanesi della grande epopea napoleonica è un'occasione per conoscere anche la moda militare dell'epoca.

Comunicato stampa

Le opere in mostra sono sculture in scala 1:30 di Piersergio Allevi, dipinte da Danilo Cartacci e provengono da importanti collezioni private italiane. I figurini sono il risultato di un’attenta ricerca storico uniformologica che si basa sull’analisi dei documenti e sulla lettura critica delle fonti iconografiche d’epoca. Il percorso si completa con i figurini storici napoleonici del Museo del Risorgimento, selezionati all’interno della vasta collezione acquisita nel 1960 dalle Civiche Raccolte Storiche ed esposti per l’occasione.

DENTRO LA MOSTRA, TRA STORIA E MODA

La parata della Guardia Consolare alle Tuileries

Il percorso espositivo si apre con le riproduzioni di alcuni personaggi partecipanti alla grande parata della Guardia Consolare tenutasi alle Tuileries, alla presenza di Napoleone Primo Console, poco dopo il colpo di stato di Brumaio che sancirà la sua ascesa al potere. I generali indossano vistose uniformi, tipiche della moda stravagante ed eccentrica del periodo rivoluzionario francese, caratterizzata dall’utilizzo di grandi piumaggi, associati ad armi e pellicce esotiche.

I milanesi con Napoleone

Nella sezione dedicata ad alcuni protagonisti milanesi del periodo napoleonico l’uniforme del Conte Arese riprende e completa, nella sua riproduzione, le parti di abiti conservati in Museo.

Napoleone e Eugenio

Accanto alla teca che accoglie il mantello indossato da Napoleone per l’incoronazione a re d’Italia, si possono vedere i figurini che riproducono Bonaparte nei suoi differenti abbigliamenti, affiancato da un grande protagonista del periodo napoleonico milanese, Eugène De Beauharnais.

Combattere per l’Italia

Contigua alle insegne dei reggimenti italiani sono presenti ritratti tridimensionali di ufficiali italiani e stranieri, che combatterono nella fila dell’esercito italico.

Eroiche ferite

Tra gli ufficiali è riprodotto il barone Larrey, uno dei più importanti medici napoleonici, che avrà il merito, tra gli altri, di progettare un’ambulanza per il trasporto dei feriti, modernamente intesa.

La forza dell’Impero

La fama militare di Napoleone fu da attribuire anche al contributo dato dai suoi marescialli che sono riprodotti sia nelle loro uniformi d’ordinanza, sia con abbigliamenti che ne chiariscono ancor meglio il ruolo.

Vestire alla Ussara

Il fascino delle uniformi napoleoniche è da sempre associato a quelle indossate dagli ussari. Quella “alla ussara” fu una vera e propria moda che portò a rivestire di questi eccentrici abiti anche reparti che non appartenevano specificatamente a quella specialità, ma che dovevano distinguersi all’interno dell’esercito. La moda fu seguita anche in ambito civile, in particolar modo per vestire bambini e ragazzi, soprattutto se questi erano figli di grandi ufficiali. I figurini in mostra in questa sezione sono particolarmente indicativi di questa tendenza.

I nemici di Napoleone

Concludono la mostra quattro sezioni dedicate agli ufficiali degli eserciti nemici di Napoleone inglesi, prussiani, russi ed austriaci.



Orari: dal martedì alla domenica dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17.30. Ultimo ingresso mezz'ora prima dell'orario di chiusura.
Biglietti: ingresso libero.
Telefono: +39.02.88465735
E-mail: c.palazzomorando@comune.milano.it
Sito Web: Civiche Raccolte Storiche

In Milan Today è aggiornato ogni giorno

© In Milan Today
Tutti i diritti riservati